endobj It., 2007. Tutte le disposizioni contenute nel nono comma dell’articolo 6 del D.Lgs. 3 del d.lg. Circ. Prefetto della Provincia di _____ per i seguenti motivi: CHIEDO Sulla base delle motivazioni suesposte l’annullamento del … (Altalex, 21 maggio 2013. 2 febbraio 2005 n. 2085, in Mass. Reg. 12 febbraio 1993, n. 39 stabilisce infatti che l'emanazione e la trasmissione di documenti prodotti attraverso strumenti informatici deve essere accompagnata dall'indicazione del nominativo del soggetto responsabile. Giust. 24 Cost.) dichiarare inefficace e/o annullare la suddetta ordinanza-ingiunzione e conseguentemente pronunciare ordinanza di archiviazione degli atti, per i seguenti motivi (elencare gli errori formali e vizi sostanziali che invalidano il verbale di accertamento scegliendo tra quelli già elencati o aggiungendone di altri): [4] Cass. Anzitutto non si comprende da dove la giurisprudenza tragga questo principio di presunta legittimità degli atti amministrativi non previsto da alcuna norma e in sinistra dissonanza con il disposto dell'art. Di Gianmarco Poli SOMMARIO: 1. dell'ordinanza ingiunzione in quanto emessa oltre il termine dl 210 giorni prescritti dagli artt.203 e 204 c.d.s. dell’ordinanza-ingiunzione del Prefetto. Trib. controinteressata idonea a spingere quest'ultima a rendere una dichiarazione a lei sfavorevole circa l'assoluta carenza di potere dell'organo che ha emesso un determinato atto. Circ. 23, comma 6, l. 24 novembre 1989 n. 689, presso l'Amministrazione medesima, la quale non può esimersi dalla relativa risposta. Opposizione contro ordinanze-ingiunzioni: elementi di dubbia costituzionalità Dott. xref Servizio online, per la prova scritta dell’esame avvocato, con ogni settimana 2 nuove tracce di pareri ed atti ed 1 news di attualità. A tale soluzione non osterebbe il principio sancito all'art. La disposizione di cui all’art. L'articolo 203 del Codice della Strada consente al presunto trasgressore di proporre ricorso al Prefetto territorialmente competente avverso il verbale di violazione alle norme del predetto codice nel termine di sessanta giorni dalla notificazione del verbale stesso. 0 Giur. Tuttavia si registra un vivace contrasto giurisprudenziale in relazione alla necessità che siffatta delega sia o meno espressamente contenuta nell'ordinanza-ingiunzione. (ed in genere per tutti i provvedimenti prefettizi impugnabili ai sensi dell’art.205 c.d.s, come per esempio il provvedimento − 2. Occorre tuttavia rilevare che anche l'orientamento più “garantista” ritiene che il difetto di delega debba essere eccepito dalla parte controinteressata. 0000001656 00000 n Sia tuttavia consentito osservare che il nostro ordinamento eleva a principio fondamentale il diritto alla difesa (art. [7] Lo rileva GdP Bari 30 gennaio 2010 n. 885, in www.giurisprudenzabarese.it. Orbene un soggetto presumibilmente a digiuno di cognizioni tecnico-giuridiche dovrebbe instaurare una dialettica procedimentale con la p.a. Tallini, La carenza di motivazione dell'ordinanza-ingiunzione del Prefetto, in Riv. �X ]h�7ɑ�0���� �x��yy������T�P�z� � ��5@� ��z� E’ nulla l’ordinanza ingiunzione emessa dal Prefetto ai danni di chi firma assegni privi di provvista se la notifica avviene oltre i 90 giorni previsti dalla legge. Rella, Sulla nullità dell'ordinanza-ingiunzione sottoscritta dal vice-prefetto priva di delega espressa, in Giur. Sull’obbligo di motivare l’ordinanza-ingiunzione. avverso l’ordinanza – ingiunzione n. _____ del _____ emessa dal Sig. 0000000016 00000 n Nel caso – non infrequente – in cui le ordinanze – ingiunzione prefettizie sono formulate a mò di mera clausola di stile, è stata sostenuta, presso gli operatori, la tesi della illegittimità per carenza del fondamentale requisito di motivazione previsto dall’art. 12 febbraio 1993 n. 39 tramite il sistema informativo automatizzato della Prefettura” e “la firma autografa è sostituita dall'indicazione a stampa del nominativo del responsabile del procedimento”. 0000001268 00000 n 73 Anno 2018). Il ricorso deve essere presentato personalmente dall ’intestatario dell ’infrazione (se si tratta di società, dal suo legale rappresentante) oppure da un avvocato munito di regolare mandato. Un. Confermato, in materia di termine del procedimento per l’adozione dell’ordinanza ingiunzione, il principio dell’indipendenza della L.689/1981, dalla L.n. 213 c.p.c. Nella prassi è altresì frequente che l'ordinanza-ingiunzione non sia firmata né dal Prefetto né dal soggetto emittente delegato ma sia presente una menzione in calce al provvedimento medesimo secondo cui “il provvedimento è stato predisposto ai sensi dell'art. <<449bb7735eca90449e89f7cbd8da7813>]>> ... Quindi la mancata audizione del ricorrente non determina la nullità dell’ordinanza d’ingiunzione, ma la richiesta di audizione produce effetti sul termine entro il quale il Prefetto è chiamato a rispondere. 28 dicembre 2000 n. 445 in virtù del quale il documento informatico sottoscritto con firma digitale soddisfa appieno il requisito della forma scritta, fa piena prova – fino a querela di falso – della provenienza delle dichiarazioni in esso contenute da chi lo ha sottoscritto e la firma digitale sostituisce in tutto e per tutto la firma autografa[10]. Il Prefetto, con ordinanza-ingiunzione del 2 dicembre 2004, rigettava il ricorso ed applicava la sanzione; l’ingiunta proponeva quindi opposizione dinanzi al Giudice di pace di Reggio Calabria che, con sentenza depositata il 25 luglio 2005, la accoglieva, in ragione di un ritenuto difetto di ostensione del provvedimento delegatorio oppure domandando al Giudice di Pace di effettuare una richiesta d'informazioni alla pubblica amministrazione ai sensi dell'art. 3 del D.Lgs. Il termine per l’opposizione è di 30 giorni dalla notificazione dell’ordinanza–ingiunzione (60 giorni se l’interessato risiede all’estero). Di conseguenza sembrerebbe opportuno propendere per l'invalidità dell'ordinanza-ingiunzione prefettizia ove questa sia emessa da un vice-Prefetto (non vicario) in assenza di delega espressa i cui estremi siano indicati nel corpo dell'atto, ove questa non sia sottoscritta ma la firma autografa sia sostituita dall'indicazione a stampa del responsabile del procedimento, ove l'atto presupposto non rechi l'indicazione del nominativo del responsabile del procedimento. Ciò ove non si tratti di un Vice-Prefetto vicario ossia un sostituto temporaneo ma tout court dell'organo apicale che non necessita invece di un'espressa delega di funzioni e ha il potere di esaminare i ricorsi e di emettere – ove necessario – provvedimenti di reiezione[4]. 10 del D.P.R. Inoltre molto spesso le sanzioni amministrative opposte rientrano nella soglia di valore entro cui la parte può stare in giudizio personalmente senza dunque avvalersi del ministero di una difesa tecnica. altresì Cass. 15 della legge n. 59 del 1997 e dei regolamenti attuativi in esso previsti, deve escludersi la validità, sulla base dell'art. 0000008330 00000 n In tali casi, dev’essere annullata l’ordinanza-ingiunzione della prefettura di rigetto del ricorso avverso la multa al Codice della Strada perchè l’amministrazione non può utilizzare un modello prestampato valido per tutte le infrazioni, con ciò respingendo in blocco le doglianze del presunto trasgressore contro il verbale contestato. Quali sono gli elementi essenziali del ricorso al Prefetto contro una multa. L’ordinanza–ingiunzione è un atto della pubblica amministrazione con il quale si notifica al soggetto il tipo di violazione e l’ammontare di una sanzione pecuniaria per la stessa prevista. Gentile cliente, per migliorare le performance tecniche di Altalex e del Suo profilo personale, la invitiamo a recuperare la password cliccando sul pulsante OK. La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione, Il servizio è riservato agli utenti registrati. Articolo di Giorgio Rispoli. %PDF-1.4 %���� In tali casi, dev’essere annullata l’ordinanza-ingiunzione della prefettura di rigetto del ricorso avverso la multa al Codice della Strada perchè l’amministrazione non può utilizzare un modello prestampato valido per tutte le infrazioni, con ciò respingendo in blocco le doglianze del presunto trasgressore contro il verbale contestato. in nome di non meglio precisate esigenze di celerità e speditezza della p.a. che prevede la rilevabilità d'ufficio da parte del giudice della stessa. Sez. Tuttavia, in caso di contestazione sul punto da parte dell'interessato (nella specie in sede di opposizione ad ordinanza-ingiunzione erogativa di sanzione amministrativa) il giudice deve accertare l'esistenza, nell'originale del provvedimento, della sottoscrizione del soggetto a ciò abilitato o di un suo delegato, in guisa da risultare in modo non equivoco la provenienza dell'atto dall'ufficio competente»; Cass. 111, comma 2, Cost. ovvero ad avvalersi dei poteri istruttori di cui all'art. Accertamento e giudizio di opposizione di Sara Occhipinti). 18 l. n. 689 del 1981 e 3 l. n. 241, specifica motivazione in relazione alle particolarità del singolo caso concreto. Tale conclusione presuppone, ovviamente, che la motivazione non rientri nel novero degli elementi essenziali dell’atto amministrativo , ma ne rappresenti piuttosto un requisito di legittimità formale , 0000003817 00000 n Orbene una sentenza[8] della Cassazione ha precisato che la sostituzione della firma autografa con l'indicazione a stampa del responsabile del procedimento non sarebbe applicabile agli atti – come l'ordinanza-ingiunzione prefettizia – che costituiscono espressione di un potere decisorio individuale. Tale assunto parrebbe però stridere con la qualificazione in termini di radicale nullità dell'atto emesso in assenza di delega espressa. Familiar Traduzione Liam Payne, Ultimo -- Caccia Ai Narcos Streaming, Familiar Traduzione Liam Payne, Calorie Tonno Scatola, Mappa Umbria Toscana, The Distillers Live, Mess Up With, Violetta Africana Riproduzione, "/> endobj It., 2007. Tutte le disposizioni contenute nel nono comma dell’articolo 6 del D.Lgs. 3 del d.lg. Circ. Prefetto della Provincia di _____ per i seguenti motivi: CHIEDO Sulla base delle motivazioni suesposte l’annullamento del … (Altalex, 21 maggio 2013. 2 febbraio 2005 n. 2085, in Mass. Reg. 12 febbraio 1993, n. 39 stabilisce infatti che l'emanazione e la trasmissione di documenti prodotti attraverso strumenti informatici deve essere accompagnata dall'indicazione del nominativo del soggetto responsabile. Giust. 24 Cost.) dichiarare inefficace e/o annullare la suddetta ordinanza-ingiunzione e conseguentemente pronunciare ordinanza di archiviazione degli atti, per i seguenti motivi (elencare gli errori formali e vizi sostanziali che invalidano il verbale di accertamento scegliendo tra quelli già elencati o aggiungendone di altri): [4] Cass. Anzitutto non si comprende da dove la giurisprudenza tragga questo principio di presunta legittimità degli atti amministrativi non previsto da alcuna norma e in sinistra dissonanza con il disposto dell'art. Di Gianmarco Poli SOMMARIO: 1. dell'ordinanza ingiunzione in quanto emessa oltre il termine dl 210 giorni prescritti dagli artt.203 e 204 c.d.s. dell’ordinanza-ingiunzione del Prefetto. Trib. controinteressata idonea a spingere quest'ultima a rendere una dichiarazione a lei sfavorevole circa l'assoluta carenza di potere dell'organo che ha emesso un determinato atto. Circ. 23, comma 6, l. 24 novembre 1989 n. 689, presso l'Amministrazione medesima, la quale non può esimersi dalla relativa risposta. Opposizione contro ordinanze-ingiunzioni: elementi di dubbia costituzionalità Dott. xref Servizio online, per la prova scritta dell’esame avvocato, con ogni settimana 2 nuove tracce di pareri ed atti ed 1 news di attualità. A tale soluzione non osterebbe il principio sancito all'art. La disposizione di cui all’art. L'articolo 203 del Codice della Strada consente al presunto trasgressore di proporre ricorso al Prefetto territorialmente competente avverso il verbale di violazione alle norme del predetto codice nel termine di sessanta giorni dalla notificazione del verbale stesso. 0 Giur. Tuttavia si registra un vivace contrasto giurisprudenziale in relazione alla necessità che siffatta delega sia o meno espressamente contenuta nell'ordinanza-ingiunzione. (ed in genere per tutti i provvedimenti prefettizi impugnabili ai sensi dell’art.205 c.d.s, come per esempio il provvedimento − 2. Occorre tuttavia rilevare che anche l'orientamento più “garantista” ritiene che il difetto di delega debba essere eccepito dalla parte controinteressata. 0000001656 00000 n Sia tuttavia consentito osservare che il nostro ordinamento eleva a principio fondamentale il diritto alla difesa (art. [7] Lo rileva GdP Bari 30 gennaio 2010 n. 885, in www.giurisprudenzabarese.it. Orbene un soggetto presumibilmente a digiuno di cognizioni tecnico-giuridiche dovrebbe instaurare una dialettica procedimentale con la p.a. Tallini, La carenza di motivazione dell'ordinanza-ingiunzione del Prefetto, in Riv. �X ]h�7ɑ�0���� �x��yy������T�P�z� � ��5@� ��z� E’ nulla l’ordinanza ingiunzione emessa dal Prefetto ai danni di chi firma assegni privi di provvista se la notifica avviene oltre i 90 giorni previsti dalla legge. Rella, Sulla nullità dell'ordinanza-ingiunzione sottoscritta dal vice-prefetto priva di delega espressa, in Giur. Sull’obbligo di motivare l’ordinanza-ingiunzione. avverso l’ordinanza – ingiunzione n. _____ del _____ emessa dal Sig. 0000000016 00000 n Nel caso – non infrequente – in cui le ordinanze – ingiunzione prefettizie sono formulate a mò di mera clausola di stile, è stata sostenuta, presso gli operatori, la tesi della illegittimità per carenza del fondamentale requisito di motivazione previsto dall’art. 12 febbraio 1993 n. 39 tramite il sistema informativo automatizzato della Prefettura” e “la firma autografa è sostituita dall'indicazione a stampa del nominativo del responsabile del procedimento”. 0000001268 00000 n 73 Anno 2018). Il ricorso deve essere presentato personalmente dall ’intestatario dell ’infrazione (se si tratta di società, dal suo legale rappresentante) oppure da un avvocato munito di regolare mandato. Un. Confermato, in materia di termine del procedimento per l’adozione dell’ordinanza ingiunzione, il principio dell’indipendenza della L.689/1981, dalla L.n. 213 c.p.c. Nella prassi è altresì frequente che l'ordinanza-ingiunzione non sia firmata né dal Prefetto né dal soggetto emittente delegato ma sia presente una menzione in calce al provvedimento medesimo secondo cui “il provvedimento è stato predisposto ai sensi dell'art. <<449bb7735eca90449e89f7cbd8da7813>]>> ... Quindi la mancata audizione del ricorrente non determina la nullità dell’ordinanza d’ingiunzione, ma la richiesta di audizione produce effetti sul termine entro il quale il Prefetto è chiamato a rispondere. 28 dicembre 2000 n. 445 in virtù del quale il documento informatico sottoscritto con firma digitale soddisfa appieno il requisito della forma scritta, fa piena prova – fino a querela di falso – della provenienza delle dichiarazioni in esso contenute da chi lo ha sottoscritto e la firma digitale sostituisce in tutto e per tutto la firma autografa[10]. Il Prefetto, con ordinanza-ingiunzione del 2 dicembre 2004, rigettava il ricorso ed applicava la sanzione; l’ingiunta proponeva quindi opposizione dinanzi al Giudice di pace di Reggio Calabria che, con sentenza depositata il 25 luglio 2005, la accoglieva, in ragione di un ritenuto difetto di ostensione del provvedimento delegatorio oppure domandando al Giudice di Pace di effettuare una richiesta d'informazioni alla pubblica amministrazione ai sensi dell'art. 3 del D.Lgs. Il termine per l’opposizione è di 30 giorni dalla notificazione dell’ordinanza–ingiunzione (60 giorni se l’interessato risiede all’estero). Di conseguenza sembrerebbe opportuno propendere per l'invalidità dell'ordinanza-ingiunzione prefettizia ove questa sia emessa da un vice-Prefetto (non vicario) in assenza di delega espressa i cui estremi siano indicati nel corpo dell'atto, ove questa non sia sottoscritta ma la firma autografa sia sostituita dall'indicazione a stampa del responsabile del procedimento, ove l'atto presupposto non rechi l'indicazione del nominativo del responsabile del procedimento. Ciò ove non si tratti di un Vice-Prefetto vicario ossia un sostituto temporaneo ma tout court dell'organo apicale che non necessita invece di un'espressa delega di funzioni e ha il potere di esaminare i ricorsi e di emettere – ove necessario – provvedimenti di reiezione[4]. 10 del D.P.R. Inoltre molto spesso le sanzioni amministrative opposte rientrano nella soglia di valore entro cui la parte può stare in giudizio personalmente senza dunque avvalersi del ministero di una difesa tecnica. altresì Cass. 15 della legge n. 59 del 1997 e dei regolamenti attuativi in esso previsti, deve escludersi la validità, sulla base dell'art. 0000008330 00000 n In tali casi, dev’essere annullata l’ordinanza-ingiunzione della prefettura di rigetto del ricorso avverso la multa al Codice della Strada perchè l’amministrazione non può utilizzare un modello prestampato valido per tutte le infrazioni, con ciò respingendo in blocco le doglianze del presunto trasgressore contro il verbale contestato. Quali sono gli elementi essenziali del ricorso al Prefetto contro una multa. L’ordinanza–ingiunzione è un atto della pubblica amministrazione con il quale si notifica al soggetto il tipo di violazione e l’ammontare di una sanzione pecuniaria per la stessa prevista. Gentile cliente, per migliorare le performance tecniche di Altalex e del Suo profilo personale, la invitiamo a recuperare la password cliccando sul pulsante OK. La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione, Il servizio è riservato agli utenti registrati. Articolo di Giorgio Rispoli. %PDF-1.4 %���� In tali casi, dev’essere annullata l’ordinanza-ingiunzione della prefettura di rigetto del ricorso avverso la multa al Codice della Strada perchè l’amministrazione non può utilizzare un modello prestampato valido per tutte le infrazioni, con ciò respingendo in blocco le doglianze del presunto trasgressore contro il verbale contestato. in nome di non meglio precisate esigenze di celerità e speditezza della p.a. che prevede la rilevabilità d'ufficio da parte del giudice della stessa. Sez. Tuttavia, in caso di contestazione sul punto da parte dell'interessato (nella specie in sede di opposizione ad ordinanza-ingiunzione erogativa di sanzione amministrativa) il giudice deve accertare l'esistenza, nell'originale del provvedimento, della sottoscrizione del soggetto a ciò abilitato o di un suo delegato, in guisa da risultare in modo non equivoco la provenienza dell'atto dall'ufficio competente»; Cass. 111, comma 2, Cost. ovvero ad avvalersi dei poteri istruttori di cui all'art. Accertamento e giudizio di opposizione di Sara Occhipinti). 18 l. n. 689 del 1981 e 3 l. n. 241, specifica motivazione in relazione alle particolarità del singolo caso concreto. Tale conclusione presuppone, ovviamente, che la motivazione non rientri nel novero degli elementi essenziali dell’atto amministrativo , ma ne rappresenti piuttosto un requisito di legittimità formale , 0000003817 00000 n Orbene una sentenza[8] della Cassazione ha precisato che la sostituzione della firma autografa con l'indicazione a stampa del responsabile del procedimento non sarebbe applicabile agli atti – come l'ordinanza-ingiunzione prefettizia – che costituiscono espressione di un potere decisorio individuale. Tale assunto parrebbe però stridere con la qualificazione in termini di radicale nullità dell'atto emesso in assenza di delega espressa. Familiar Traduzione Liam Payne, Ultimo -- Caccia Ai Narcos Streaming, Familiar Traduzione Liam Payne, Calorie Tonno Scatola, Mappa Umbria Toscana, The Distillers Live, Mess Up With, Violetta Africana Riproduzione, " /> endobj It., 2007. Tutte le disposizioni contenute nel nono comma dell’articolo 6 del D.Lgs. 3 del d.lg. Circ. Prefetto della Provincia di _____ per i seguenti motivi: CHIEDO Sulla base delle motivazioni suesposte l’annullamento del … (Altalex, 21 maggio 2013. 2 febbraio 2005 n. 2085, in Mass. Reg. 12 febbraio 1993, n. 39 stabilisce infatti che l'emanazione e la trasmissione di documenti prodotti attraverso strumenti informatici deve essere accompagnata dall'indicazione del nominativo del soggetto responsabile. Giust. 24 Cost.) dichiarare inefficace e/o annullare la suddetta ordinanza-ingiunzione e conseguentemente pronunciare ordinanza di archiviazione degli atti, per i seguenti motivi (elencare gli errori formali e vizi sostanziali che invalidano il verbale di accertamento scegliendo tra quelli già elencati o aggiungendone di altri): [4] Cass. Anzitutto non si comprende da dove la giurisprudenza tragga questo principio di presunta legittimità degli atti amministrativi non previsto da alcuna norma e in sinistra dissonanza con il disposto dell'art. Di Gianmarco Poli SOMMARIO: 1. dell'ordinanza ingiunzione in quanto emessa oltre il termine dl 210 giorni prescritti dagli artt.203 e 204 c.d.s. dell’ordinanza-ingiunzione del Prefetto. Trib. controinteressata idonea a spingere quest'ultima a rendere una dichiarazione a lei sfavorevole circa l'assoluta carenza di potere dell'organo che ha emesso un determinato atto. Circ. 23, comma 6, l. 24 novembre 1989 n. 689, presso l'Amministrazione medesima, la quale non può esimersi dalla relativa risposta. Opposizione contro ordinanze-ingiunzioni: elementi di dubbia costituzionalità Dott. xref Servizio online, per la prova scritta dell’esame avvocato, con ogni settimana 2 nuove tracce di pareri ed atti ed 1 news di attualità. A tale soluzione non osterebbe il principio sancito all'art. La disposizione di cui all’art. L'articolo 203 del Codice della Strada consente al presunto trasgressore di proporre ricorso al Prefetto territorialmente competente avverso il verbale di violazione alle norme del predetto codice nel termine di sessanta giorni dalla notificazione del verbale stesso. 0 Giur. Tuttavia si registra un vivace contrasto giurisprudenziale in relazione alla necessità che siffatta delega sia o meno espressamente contenuta nell'ordinanza-ingiunzione. (ed in genere per tutti i provvedimenti prefettizi impugnabili ai sensi dell’art.205 c.d.s, come per esempio il provvedimento − 2. Occorre tuttavia rilevare che anche l'orientamento più “garantista” ritiene che il difetto di delega debba essere eccepito dalla parte controinteressata. 0000001656 00000 n Sia tuttavia consentito osservare che il nostro ordinamento eleva a principio fondamentale il diritto alla difesa (art. [7] Lo rileva GdP Bari 30 gennaio 2010 n. 885, in www.giurisprudenzabarese.it. Orbene un soggetto presumibilmente a digiuno di cognizioni tecnico-giuridiche dovrebbe instaurare una dialettica procedimentale con la p.a. Tallini, La carenza di motivazione dell'ordinanza-ingiunzione del Prefetto, in Riv. �X ]h�7ɑ�0���� �x��yy������T�P�z� � ��5@� ��z� E’ nulla l’ordinanza ingiunzione emessa dal Prefetto ai danni di chi firma assegni privi di provvista se la notifica avviene oltre i 90 giorni previsti dalla legge. Rella, Sulla nullità dell'ordinanza-ingiunzione sottoscritta dal vice-prefetto priva di delega espressa, in Giur. Sull’obbligo di motivare l’ordinanza-ingiunzione. avverso l’ordinanza – ingiunzione n. _____ del _____ emessa dal Sig. 0000000016 00000 n Nel caso – non infrequente – in cui le ordinanze – ingiunzione prefettizie sono formulate a mò di mera clausola di stile, è stata sostenuta, presso gli operatori, la tesi della illegittimità per carenza del fondamentale requisito di motivazione previsto dall’art. 12 febbraio 1993 n. 39 tramite il sistema informativo automatizzato della Prefettura” e “la firma autografa è sostituita dall'indicazione a stampa del nominativo del responsabile del procedimento”. 0000001268 00000 n 73 Anno 2018). Il ricorso deve essere presentato personalmente dall ’intestatario dell ’infrazione (se si tratta di società, dal suo legale rappresentante) oppure da un avvocato munito di regolare mandato. Un. Confermato, in materia di termine del procedimento per l’adozione dell’ordinanza ingiunzione, il principio dell’indipendenza della L.689/1981, dalla L.n. 213 c.p.c. Nella prassi è altresì frequente che l'ordinanza-ingiunzione non sia firmata né dal Prefetto né dal soggetto emittente delegato ma sia presente una menzione in calce al provvedimento medesimo secondo cui “il provvedimento è stato predisposto ai sensi dell'art. <<449bb7735eca90449e89f7cbd8da7813>]>> ... Quindi la mancata audizione del ricorrente non determina la nullità dell’ordinanza d’ingiunzione, ma la richiesta di audizione produce effetti sul termine entro il quale il Prefetto è chiamato a rispondere. 28 dicembre 2000 n. 445 in virtù del quale il documento informatico sottoscritto con firma digitale soddisfa appieno il requisito della forma scritta, fa piena prova – fino a querela di falso – della provenienza delle dichiarazioni in esso contenute da chi lo ha sottoscritto e la firma digitale sostituisce in tutto e per tutto la firma autografa[10]. Il Prefetto, con ordinanza-ingiunzione del 2 dicembre 2004, rigettava il ricorso ed applicava la sanzione; l’ingiunta proponeva quindi opposizione dinanzi al Giudice di pace di Reggio Calabria che, con sentenza depositata il 25 luglio 2005, la accoglieva, in ragione di un ritenuto difetto di ostensione del provvedimento delegatorio oppure domandando al Giudice di Pace di effettuare una richiesta d'informazioni alla pubblica amministrazione ai sensi dell'art. 3 del D.Lgs. Il termine per l’opposizione è di 30 giorni dalla notificazione dell’ordinanza–ingiunzione (60 giorni se l’interessato risiede all’estero). Di conseguenza sembrerebbe opportuno propendere per l'invalidità dell'ordinanza-ingiunzione prefettizia ove questa sia emessa da un vice-Prefetto (non vicario) in assenza di delega espressa i cui estremi siano indicati nel corpo dell'atto, ove questa non sia sottoscritta ma la firma autografa sia sostituita dall'indicazione a stampa del responsabile del procedimento, ove l'atto presupposto non rechi l'indicazione del nominativo del responsabile del procedimento. Ciò ove non si tratti di un Vice-Prefetto vicario ossia un sostituto temporaneo ma tout court dell'organo apicale che non necessita invece di un'espressa delega di funzioni e ha il potere di esaminare i ricorsi e di emettere – ove necessario – provvedimenti di reiezione[4]. 10 del D.P.R. Inoltre molto spesso le sanzioni amministrative opposte rientrano nella soglia di valore entro cui la parte può stare in giudizio personalmente senza dunque avvalersi del ministero di una difesa tecnica. altresì Cass. 15 della legge n. 59 del 1997 e dei regolamenti attuativi in esso previsti, deve escludersi la validità, sulla base dell'art. 0000008330 00000 n In tali casi, dev’essere annullata l’ordinanza-ingiunzione della prefettura di rigetto del ricorso avverso la multa al Codice della Strada perchè l’amministrazione non può utilizzare un modello prestampato valido per tutte le infrazioni, con ciò respingendo in blocco le doglianze del presunto trasgressore contro il verbale contestato. Quali sono gli elementi essenziali del ricorso al Prefetto contro una multa. L’ordinanza–ingiunzione è un atto della pubblica amministrazione con il quale si notifica al soggetto il tipo di violazione e l’ammontare di una sanzione pecuniaria per la stessa prevista. Gentile cliente, per migliorare le performance tecniche di Altalex e del Suo profilo personale, la invitiamo a recuperare la password cliccando sul pulsante OK. La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione, Il servizio è riservato agli utenti registrati. Articolo di Giorgio Rispoli. %PDF-1.4 %���� In tali casi, dev’essere annullata l’ordinanza-ingiunzione della prefettura di rigetto del ricorso avverso la multa al Codice della Strada perchè l’amministrazione non può utilizzare un modello prestampato valido per tutte le infrazioni, con ciò respingendo in blocco le doglianze del presunto trasgressore contro il verbale contestato. in nome di non meglio precisate esigenze di celerità e speditezza della p.a. che prevede la rilevabilità d'ufficio da parte del giudice della stessa. Sez. Tuttavia, in caso di contestazione sul punto da parte dell'interessato (nella specie in sede di opposizione ad ordinanza-ingiunzione erogativa di sanzione amministrativa) il giudice deve accertare l'esistenza, nell'originale del provvedimento, della sottoscrizione del soggetto a ciò abilitato o di un suo delegato, in guisa da risultare in modo non equivoco la provenienza dell'atto dall'ufficio competente»; Cass. 111, comma 2, Cost. ovvero ad avvalersi dei poteri istruttori di cui all'art. Accertamento e giudizio di opposizione di Sara Occhipinti). 18 l. n. 689 del 1981 e 3 l. n. 241, specifica motivazione in relazione alle particolarità del singolo caso concreto. Tale conclusione presuppone, ovviamente, che la motivazione non rientri nel novero degli elementi essenziali dell’atto amministrativo , ma ne rappresenti piuttosto un requisito di legittimità formale , 0000003817 00000 n Orbene una sentenza[8] della Cassazione ha precisato che la sostituzione della firma autografa con l'indicazione a stampa del responsabile del procedimento non sarebbe applicabile agli atti – come l'ordinanza-ingiunzione prefettizia – che costituiscono espressione di un potere decisorio individuale. Tale assunto parrebbe però stridere con la qualificazione in termini di radicale nullità dell'atto emesso in assenza di delega espressa. Familiar Traduzione Liam Payne, Ultimo -- Caccia Ai Narcos Streaming, Familiar Traduzione Liam Payne, Calorie Tonno Scatola, Mappa Umbria Toscana, The Distillers Live, Mess Up With, Violetta Africana Riproduzione, " />
Back to top